Contributi

 
 
 

Iniziative di housing sociale sostenute da erogazioni a fondo perduto (homing)

I progetti vengono selezionati attraverso appositi bandi che prevedono il sostegno dell’iniziativa attraverso contributi a fondo perduto, destinati a organizzazioni del privato sociale o a enti pubblici, a seconda di chi si fa carico delle spese e della conduzione dell’intervento.

I contributi, per i quali quindi non è prevista una restituzione della somma erogata, coprono di solito una quota parte dei costi iniziali dell’iniziativa (ad es. adeguamento infrastrutturale, arredi, avvio gestione del servizio). In questo tipo di progetti il contributo a fondo perduto ha un ruolo fondamentale perché permette di abbattere i costi di start up (spesso altrimenti non sostenibili con le sole risorse dei proponenti o con altri canali di finanziamento), affinché il servizio di ospitalità possa partire ed essere offerto a condizioni più accessibili e ai destinatari più fragili. La selezione delle iniziative tiene conto della capacità degli enti proponenti di assicurare al servizio sostenibilità socio-economica nel medio lungo periodo.

I progetti di homing destinatari di contributo sono per lo più di piccola scala (in termini di numero alloggi, posti letto), l’obiettivo è quello di offrire servizi di ospitalità (casa ma soprattutto attività di accompagnamento e di sostegno all’autonomia), a persone che stanno affrontando una particolare fragilità affinché possano migliorare la propria situazione, per questo le accoglienze hanno il più delle volte carattere temporaneo.