Space H. La piattaforma per l'HS

 
 
 
01
 

Un’applicazione ideata dalla Fondazione Housing  Sociale per dare agli abitanti degli interventi uno strumento pratico che faciliti l’organizzazione di attività  collaborative e l’autogestione degli spazi. La piattaforma non è un social network, non  è progettata per chattare o per inviarsi messaggi privati tra coinquilini ma vuole essere uno strumento per organizzare e condividere eventi e attività e in prospettiva, renderli accessibili al quartiere. La piattaforma può tuttavia funzionare in parallelo con altri social network che spesso la comunità dei residenti utilizza nella prima fase di start up. Per questo è possibile collegare direttamente alle pagine di SpaceH le discussioni aperte sui social network.
Ma come funziona la piattaforma?
Quando si atterra all’indirizzo dedicato sono visibili eventi e news di rilievo. Queste informazioni sono aperte anche a chi non è iscritto al sito, a discrezione dei promotori degli eventi che hanno la possibilità di rendere pubbliche le proprie iniziative e dargli visibilità in home page.
Una volta registrato il proprio profilo e ricevuta l’autorizzazione da parte dello staff,  gli utenti possono accedere alla community della piattaforma e ad alcune funzioni ulteriori contenute in un menu di navigazione di secondo livello e riconoscibili anche grazie ad un codice colore.
In una sezione specificatamente dedicata agli Spazi, l’utente potrà visualizzare la lista di quelli a disposizione all’interno dell’intervento in cui vive e accedere alle informazioni ad esso relative come: planimetria, regolamento, attrezzature disponibili e aggiornamenti del diario di bordo (pulizia, danni e stato dei prodotti consumabili).
All’interno della piattaforma troviamo poi alcune sezioni la cui gestione è affidata direttamente alla comunità e che vengono riempite di contenuti provenienti dagli utenti stessi sia rispetto alle attività strutturate continuative che ad eventi organizzati occasionalmente. L’utente può in qualunque momento visualizzare tutte le informazioni relative alla singola iniziativa quali: la cadenza, i nomi dei referenti - con link ai loro profili personali - la lista dei partecipanti, eventuali foto e documenti scaricabili.
Per tenere traccia di tutti questi impegni, la piattaforma è dotata di un Calendario che permette di avere una visione complessiva delle iniziative che si svolgono nell’arco del mese o della settimana. Il Calendario può evidenziare solo gli eventi creati dall’utente o a cui l’utente partecipa ma anche essere filtrato in base allo spazio in cui si tiene l’iniziativa. In questo modo, qualunque abitante appartenga alla community, può essere informato quotidianamente di quanto si organizza nel condominio in cui vive.
La piattaforma viene completata poi da funzionalità aggiuntive: una pagina di news - che funziona come una vera e propria bacheca elettronica dove lo staff può pubblicare avvisi e comunicazioni importanti - e una pagina dedicata all’associazione degli inquilini, associazione che generalmente gli abitanti decidono di costituire anche per poter gestire al meglio spazi comuni e attività, soprattutto in vista di un’apertura ai non residenti.
Cliccando su Persone, l’utente visualizza la lista di tutti gli iscritti alla piattaforma, dove è possibile visualizzare: informazioni di contatto, informazioni personali, le attività a cui si partecipa, le foto. Una pagina personale per raccontare se stessi, cosa ci piace fare e per mettere a disposizione degli altri le proprie competenze.
Oltre ad un valido aiuto organizzativo per gli utenti, la piattaforma è uno strumento di supporto anche per chi ha in gestione la comunità di abitanti offrendo la possibilità di raccogliere tempestivamente informazioni utili e segnalazioni e compiere interventi tempestivi e mirati per migliorare la gestione e l’utilizzo dei singoli spazi.
La piattaforma SpaceH, è attiva da quasi un anno per l’intervento di Cenni di Cambiamento, ha quasi 80 iscritti e viene frequentata ed utilizzata quotidianamente. Da meno di un mese è stata attivata nell’intervento di Figino Borgo Sostenibile, dove è stata accolta con 50 iscritti e ben 6 attività avviate nei primi giorni di apertura e nell’intervento torinese di Vivo al Venti, dove è stata presentata da pochi giorni.

La piattaforma, è in costante evoluzione: il team che ci lavora da tempo è sempre all’opera per migliorare lo strumento e implementare nuove funzioni, supportato in questo dal contributo prezioso degli utilizzatori finali.

 

TAGS: ComunitàSharingPlatformDagli Abitanti